Vida Loca Noche de Cumbia, Kumbia Boruka in concerto

Kumbia Boruka in concerto
Son Del Barrio
Before & after show Dj set cumbia/electro cumbia by:
La Curandera
Mainor DJ

<<< KUMBIA BORUKA live >>>

Dalle 22:
Kumbia Boruka in concerto
[Seconda volta a Roma per la band di fama internazionale]

Open act:
Son Del Barrio

Before & after show Dj set cumbia/electro cumbia by:
La Curandera
Mainor DJ

Serata a sostegno della campagna
Il blocco stradale NON può essere reato. Stralciamo le multe

<<< ————————– – – – – – – ———————– – – – – – – ——————- >>>

KUMBIA BORUKA

Le radici dei Kumbia Boruka si ritrovano a Monterrey, la capitale della Cumbia del Messico, luogo in cui Hernan Cortés, fisarmonicista e leader della band, è cresciuto negli anni ottanta.
Dopo diversi tour in giro per il mondo come percussionista accanto all’artista messicano Celso Piña, Hernan Cortés fonda i Kumbia Boruka. Anche lui come Celso Piña è di Monterrey, culla della cumbia moderna. Hernán assume quindi la guida del gruppo con la fisarmonica e le voci, accompagnato da Bob Sikou.
Il repertorio di Kumbia Boruka è il risultato di una sapiente miscela di composizioni e classici della cumbia colombiana degli anni ’60, la stessa che è ballata nei quartieri popolari di Monterrey. Tutto questo, condito con la salsa e il reggae di Hernán e Bob unendosi in una Giamaica tanto vicina al Messico quanto alla Colombia. L’incontro con Bruno, autodidatta e versatile produttore, ha permesso loro di creare la “nueva cumbia”, ibrida, di grande energia
Oltre alle loro composizioni contemporanee e festive, i Kumbia Boruka danno una veste nuova ai cumbias classici degli anni Sessanta, mescolandoli con reggae, dub, desert rock, melodie di chitarra elettrica psichedelica con una sezione ritmica potente e dal groove incalzante.
Otto musicisti che danno vita a una macchina dal suono impressionante: il suono moderno e unico del suo chitarrista colombiano Andrés Segura, l’ondeggiante basso del cileno Rodrigo Bastidas Nuñez, la batteria in fiamme di Hadrien Santos Da Silva che è cresciuto con questa musica, il tutto supportato da congas e guiro di Tadeo Cortés.

Line Up: Bob Sikou – voce | Hernán Cortés – fisarmonica voce | Tadeo Cortés – Guacharaca | Rodrigo Bastidas – Basso | Andres Segura – chitarra elettrica | Hadrien Santos – batteria e timbales | Swann Vuillermoz – Trombone | Guillaume Pluton – tromba

ascoltali qui: https://www.youtube.com/channel/UCQ7h3GVy8IjjaHqxw-_TfoQ
https://soundcloud.com/boaviagemmusic/sets/kumbia-boruka


<<< ————————– – – – – – – ———————– – – – – – – ——————- >>>
IL BLOCCO STRADALE NON PUO’ ESSERE REATO

A gennaio di quest’anno 15 persone nella città di Roma sono state raggiunte da una sanzione amministrativa che le condanna a pagare un’ammenda di 2.600 euro a testa.
Il motivo è aver partecipato ad una manifestazione nell’agosto del 2015, svoltasi lungo le strade di San Lorenzo a seguito dello sgombero di “Degage”, studentato occupato in via Musa. Lo sgombero, effettuato coattamente con l’utilizzo dei reparti celere della Polizia, venne denunciato con un corteo, partito proprio dallo stabile e giunto infine a San Lorenzo, intorno all’università per comunicare l’accaduto. Quindi sono arrivate 15 multe per aver partecipato a quel corteo, con la motivazione che tale azione di protesta avrebbe bloccato la circolazione stradale. Circostanza alquanto curiosa, considerando il fatto che le forze dell’ordine, presenti in gran numero, non manifestarono apertamente la volontà di scongiurarlo, seguendolo e precedendolo invece con uomini e mezzi.
Questa vicenda colpisce pochi ma coinvolge tutte e tutti, inserendosi in una tendenza repressiva che ha visto negli ultimi anni un aumento dei fogli di via, dei divieti di dimora e di altri provvedimenti restrittivi della libertà personale a mezzo di provvedimenti amministrativi. Pensiamo che non sia giusto gestire i problemi sociali attraverso l’uso di provvedimenti di questo tipo, facciamo sì che anche quest’ultimo attacco non diventi un precedente, non permettiamolo!

#stralciamolemulte
#multaNONtipago