Difendiamo la scuola pubblica@parco delle energie 18/03

Difendiamo e valorizziamo la Scuola Pisacane
Difendiamo e valorizziamo la scuola pubblica
SABATO 18 MAGGIO dalle 12.00 a SERA
presso il Parco delle Energie della ex-Snia Viscosa
Nel quartiere Tor Pignattara c’è una grande scuola dove da buona parte del secolo scorso i bambini e le bambine giocano, corrono, imparano a leggere e scrivere, mangiano, inventano il mondo. Una scuola che da venticinque anni non è ristrutturata, che ha bagni fatiscenti e cornicioni cadenti, che viene pulita saltuariamente.
Nel quartiere Tor Pignattara c’è una grande scuola che negli ultimi decenni è diventato uno straordinario laboratorio di incontro di bambini e bambine che portano con sé ognuno un pezzo di mondo diverso. Dove si mescolano lingue, gesti, cibi, vestiti, giochi diversi
Una scuola a cui anno dopo anno sono sottratte risorse, servizi, maestre.
In questo quartiere c’è una grande scuola vissuta da educatrici appassionate, che ha un progetto pedagogico ed educativo innovativo, dove le competenze, la partecipazione, la creatività dei bambini e delle bambine sono messi al centro.
Una scuola popolata in gran parte da bambini e bambine nati in Italia, ma senza cittadinanza e con genitori che non godono del diritto di voto. E forse per questo enti e istituzioni la lasciano nell’abbandono.
Come in gran parte delle scuole pubbliche italiane anche nella nostra scuola si è affermata la consuetudine di chiedere alle famiglie un contributo in denaro per far svolgere ai bambini attività (ginnastica/psicomotricità, musica, teatro) durante l’orario scolastico.
Attività ritenute fondamentali per il corretto sviluppo dei bambini, ma che sono realizzate chiedendo alle famiglie di pagarle, ognuna per il proprio bambino.
La scuola pubblica, così, da luogo dove le differenze sociali dovrebbero incidere il meno possibile, capace di garantire eguale trattamento a tutti e tutte, rischia di diventare un ennesimo luogo di discriminazione.
Alla situazione generale si aggiunge l’attacco portato alla nostra scuola dal 6° Municipio: invece di finanziarne le attività ed investirci a livello culturale, ha pensato bene di sottrarre al fondo per il POF (Piano dell’Offerta Formativa) più di 3.000 euro per costruire un cancello di sua competenza.
Ciò ha scaricato i costi delle attività integrative sulle famiglie, gran parte delle quali non ha risorse economiche per sostenerli; pertanto abbiamo deciso come genitori di affrontare collettivamente tali spese (con questa festa e con altre iniziative) ma denunciando contestualmente con forza le responsabilità che hanno le istituzioni, sia nazionali che locali, nel degrado della scuola pubblica.
Partiamo dalla nostra esperienza per invitarvi ad una giornata di festa, solidarietà con la Pisacane, dibattito e mobilitazione sulla scuola pubblica:
Perché si chiede il famigerato “contributo volontario” che nei fatti è divenuto obbligatorio, senza il quale le scuole non potrebbero funzionare, ma intanto si regalano soldi pubblici alle scuole private?
Come possiamo contrastare il taglio sugli organici degli insegnanti che rischia di cancellare il modello pedagogico del tempo pieno e l’imposizione dell’INVALSI con l’idea della scuola ridotta a quiz che porta con sé?
Quali i prossimi appuntamenti contro il nuovo Bando sulle mense scolastiche della Giunta Alemanno che aumenta le rette e peggiora la qualità degli alimenti per i bambini e le bambine della nostra città?
Ci saranno attività per i bambini, pranzo, merende, riffa di sottoscrizione a premi, spettacoli musicali e teatrali, dibattito, proiezioni, cena e per finire…. Milonga.
SABATO 18 MAGGIO dalle 12.00 a SERA
spettacoli, cibo, dibattiti, musica, voci, danze
presso il Parco delle Energie della ex-Snia Viscosa
via Prenestina, 173 Roma

Assemblea dei genitori della Scuola dell’Infanzia Pisacane