Bicinomia @ Donchisciotte venerdì 31/01

bicinomiaWebChe fate dopo la Critical Mass? La ciclofficina Donchisciotte vi invita a cena!
A seguire presenteremo la campagna “Luci su Rosarno” e “Bicinomia” un ciclo di iniziative sul cicismo urbano che ci terranno compagnia ogni ultimo sabato del mese da febbraio a giugno.
Il tutto sarà condito da una riffa di due biciclette e da proiezioni video.

Il ricavato della serata andrà per la ricostruzione del CSOA “La Strada”

Bicinomia è la traduzione italiana del neologismo francese velonomie che significa “guadagnare l’autonomia nell’autoriparazione della propria bicicletta”.  E’ un gioco di parole (come il celebre velorution), un accorpamento di concetti che ne genera uno nuovo. Bicinomia si collega anche al concetto di “guadagnare l’autonomia energetica dal petrolio” e di “guadagnare la possibilità di autotrasportarsi”.

Il ciclo di iniziative che presenteremo vuole riflettere proprio sulla capacità emancipatrice e autonomizzante della bici rispetto al mercato e agli stili di vita imposti dal sistema. Sarà strutturato attraverso la proiezione di video, da intendersi come strumenti per suscitare il dibattito tra le diverse anime del ciclismo urbano più che per celebrare la bicicletta.

Negli ultimi 20 anni la bicicletta in città, da fenomeno controculturale e politico, è diventata  anche “tendenza” e “moda”. Al punto che alle bici vecchie e arrugginite  che giacevano nelle cantine si stanno sostituendo bici nuove e costosissime appese nei salotti, al punto che negli ultimi anni i  materiali e le tecniche di costruzione hanno dettato l’obsolescenza  programmata di un mezzo che di per sè e invece pressochè eterno. Abbiamo assistito al tramonto dell’acciaio e all’alba dell’alluminio e del carbonio, poi al ritorno prepotente dell’acciaio, alle cartucce che sostituiscono i cuscinetti ecc., a  una levitazione di prezzi inusitata dell’usato “vintage”, complice anche la maggior richiesta che segue la moda del momento.

Il mercato, in altre parole, ha capito che le biciclette sono un affare e ha rapidamente invaso i negozi di biciclette costose e leggere che diventano più uno uno status symbol che un mezzo di trasporto.

Ma noi non vogliamo che la bicicletta perda il suo potenziale di rendere autonome le persone dal sistema. Questo ciclo di iniziative è pensato per riflettere e discutere su questo ed altro ancora.

Ciclofficina Donchisciotte