Il Pigneto non è spacciato

Venerdì 8 marzo dalle 19,30

Con lo slogan “Il Pigneto non è spacciato”, venerdì 8 marzo dalle 19.30 i residenti di via Grosseto (adiacente l’Isola pedonale) insieme al Comitato di quartiere Pigneto Prenestino, organizzano una manifestazione proprio a via Grosseto per denunciare il degrado che subisce il quartiere, dove poche settimane fa è addirittura stata uccisa una persona.

Da anni gli amministratori di questa città hanno lasciato che il Pigneto diventasse un Centro commerciale notturno, trasformando una conquista dei cittadini del quartiere, l’isola pedonale, in uno spazio dove poter fare soldi senza regole e limiti.

La liberalizzazione delle licenze, l’aumento del costo degli affitti dei locali e la crisi economica, hanno prodotto la chiusura di tanti negozi e attività artigianali mentre i locali notturni crescono all’inverosimile.

In questa situazione il quartiere viene scippato alle persone che lo abitano, che perdono riferimenti e servizi in cambio di una movida selvaggia che alimenta tanti mercati, da quello legale a quello dei lavoratori in nero, da quello degli alcolici e quello dello spaccio, e che trasforma l’isola e le vie limitrofe in discariche d’immondizia, in pisciatoi, in arene di scontri tra bande di spacciatori, senza esclusioni di colpi, fino a farci scappare il morto…

La volontà è quella di riprendersi pian piano tutte le vie del quartiere lasciate al degrado per illuminarle e animarle con le vite di chi li abita, chiedendo all’amministrazione municipale e comunale di ricostruire un quartiere fatto prima di tutto per chi lo abita e per la sua qualità della vita partendo dalle seguenti proposte e utilizzando i finanziamenti di centinaia di migliaia di euro già stanziati da Condotte e Regione Lazio:

1. Dichiarare tutto il territorio limitrofo all’isola pedonale “centro commerciale naturale con vocazione artigianale”, onde poter bloccare da subito le licenze per esercizi commerciali aperti solo la sera e diversificare la tipologia delle attività.

2. Realizzare una nuova illuminazione per strade e marciapiedi e non per le chiome degli alberi.

3. Stabilire l’orario di chiusura di tutti gli esercizi commerciali alle ore 24 dalla domenica al giovedì e alle ore 2 il venerdì, il sabato e i prefestivi. Quindi va garantita l’entrata in campo degli idranti dell’AMA che ripuliscano tutto il quadrante.

4. Intervenire con una unità mobile dei servizi sociali per contrastare il fenomeno dell’abuso di sostanze stupefacenti e della microcriminalità ad esso collegata, favorite dalle politiche proibizioniste.

5. Realizzare dei veri e propri bagni pubblici (autopulenti, da posizionare ad es. nei pressi del ponticello o custoditi, individuando un locale con la possibilità di lavoro per qualche persona).

6. Concordare con AMA e Comune la raccolta differenziata porta a porta per l’isola pedonale e le vie limitrofe.

7. Aprire, rendere facilmente accessibili e attrezzare le aree verdi previste dall’accordo con la Serono/Condotte.

8. Riqualificare e rilanciare il mercato rionale Pigneto contribuendo a trasformare i banchi fissi in banchi mobili, realizzando attacchi di servizio per acqua ed elettricità e riservando dei parcheggi per i mezzi degli operatori in prossimità dell’isola.

VENERDI’ 8 MARZO DALLE ORE 19.30 SIAMO INVITATI A VIA GROSSETO

Per conoscere i punti programmatici per la riqualifica del Pigneto visita e seguire le attività del comitato di quartiere:
per info e contatti contatti@lapigna.info
Riunioni: TUTTI i lunedì ore 19.30 – 21.30 Spazi Atzori Biblioteca Comunale (Isola Pedonale Pigneto)