Concerto 1 dicembre

concerto_banda_batxoki
 
 
Roma Sud Rockers
 

gruppi di giovanissimi nati negli ultimi anni tra i quartieri Prenestino e Casilino, parteciperanno all'iniziativa: Paly Hall – Crucius – Wild Spirit – The legend – Gruppo Cocco

 

Frangar non Flectar

Rock band romana composta da: Massimo Baiocco (voce, chitarra), Emilian (chitarra), Perez (basso), Caterpillar (batteria e percussioni), festeggia nel 2007 15 anni d'attività musicale indipendente e obliqua, dal forte e intenso impatto live.

Il quartetto romano, uscito nel giugno 2007 con il quarto lavoro discografico "Volume 4", prodotto e registrato da Perez, e impreziosito con la copertina e le foto dell'artista italo-australiano Adrian Tranquilli, ha saputo trovare negli anni la sua cifra stilistica mescolando suoni e rumori, sperimentando collaborazioni cinematografiche e teatrali (Peter Del Monte, Peter Thorwarth, Sergio Castellitto, Dario D'Ambrosi), effettuando centinaia di concerti in Italia e in Europa.
4 cd all'attivo, 1 mini-cd, diverse partecipazioni a documentari tv per Rai (Italia) e ZDF (Germania), la vittoria di Rock Targato Italia nel 1997, la creazione di un personale studio di registrazione a Roma, dove crescere, creare e dar vita a progetti paralleli, sono il background di una band che ama mescolare suoni e rumori, destreggiandosi tra distorsioni e melodia.
Interrotti i rapporti contrattuali ancora in atto, la band torna sui passi della totale indipendenza proponendo il nuovo cd a un prezzo basso e con una distribuzione Creative Commons, autorizzandone così la diffusione e la masterizzazione privata per scopi non commerciali.

I Frangar non Flectar per l'occasione in set acustico (voce e due chitarre) parteciperanno alla serata rivisitando alcuni brani del loro vasto repertorio.

Più info su:

www.frangarnonflectar.it

www.creativecommons.it

 

Banda Batxoki

Band punk-rock, Ska nata a Iruñea (Pamplona), Euskal Herria, nell'anno 2000, il loro primo concerto è del 2002 quando "debuttano" nel vecchio centro sociale del loro quartiere. Da allora hanno suonato dal vivo centinaia di volte, sopratutto in Euskal Herria, ma anche a Madrid e a Roma.

Nel 2005 hanno pubblicato il loro primo cd, "jan goikoa eta lege txarra" (mangiate il potente e la mala legge).

Nel 2006-2007, è uscito il secondo cd, "zaharragoak, gaiztoagoak" (più vecchi, più monelli). In questo cd si mescolano molti generi. Oltre al punk-rock e allo ska, anche reggae, folk medicano, un ritmo flamenco, e la ormai celebre versione rock di "Su comunisti della capitale".

Nella confezione è presente anche un dvd con due videoclip della banda. Il primo è: "Harrien dantza" (La danza delle pietre), registrato a Iruñea, e il secondo è "Tirapitxoian" (difficile la traduzione dal basco!), girato a Roma e al Vaticano lo scorso anno.

Banda Batxoki partecipa al progetto discografico popolare Musikherria, una casa discografica assembleare alla quale prendono parte più di 60 gruppi baschi. I concerti si svolgono sopratutto in centri sociali o in manifestazioni che rivendicano l'indipendenza basca e la libertà dei prigionieri politici.
Il gruppo abitualmente si maschera durante i live e nei loro concerti comunicano una sensazione di festa e rivendicazione. Il pubblico romano li incontrerà per la terza volta, ma la banda, tra il suo repertorio, ha preparato una piccola sorpresa…..

Più info su:

www.bandabatxoki.net

www.musikherria.org

 

 

Supporto legale

L'inziativa del 1 Dicembre presso il CSOA Ex SNIA VISCOSA  raccoglierà una sottoscrizione a favore di "Supporto legale".

Sono passati quasi sei anni, ormai, dalle tre giornate del luglio 2001 che hanno segnato così profondamente la storia di molte e molti di noi.

In questi sei anni sono state moltissime le realtà e gli individui che hanno voluto mantenere il ricordo di ciò che è stato, recuperando parti di verità alla messa in scena giuridica e mediatica che, ancora oggi, ci vorrebbe convinti che quanto accaduto sia stato solo uno "spiacevole inconveniente". Ma Genova non è soltanto un ricordo. I processi più importanti seguiti al G8 del 2001 sono ora tutti aperti.

E' – come abbiamo ripetuto spesso – la nostra storia che va alla sbarra. Tra i manifestanti sotto processo c'è chi rischia da otto a quindici anni di carcere – mentre, attraverso la macchina giudiziaria, si cerca di legittimare i pestaggi, le torture e le menzogne della scuola Diaz, della caserma di Bolzaneto. Storie per cui nessuno si aspetta giustizia da un tribunale di Stato, ma su cui non vogliamo che cali mai il silenzio e la consueta omertà .

Supporto Legale è nato quasi tre anni fa per assistere tecnicamente ed economicamente la Segreteria Legale di Genova – e per diffondere informazione sui processi, nella convinzione che nessuno andasse lasciato indietro e che quelle aule di tribunale, per quanto a noi estranee, ci riguardassero tutte e tutti. Supporto Legale ha seguito e segue anche altri processi – contro il "Sud Ribelle", a Cosenza; per i fatti del San Paolo, a Milano – con l'obiettivo di provare a interpretare e denunciare lo strano fenomeno del potere giuridico ed esecutivo in Italia. Da oltre un anno, attraversa tutte le realtà con cui entra in contatto per raccontare Genova e i suoi processi, partecipando a serate di informazione e aggiornamento, realizzando progetti benefit per contribuire a mantenere in piedi il lavoro degli avvocati e di quanti continuano – sei anni dopo – a non rinunciare a quelle parti di verità che riguardano ciascuna e ciascuno di noi.

Perchè a sei anni da Genova la memoria continua ad essere un ingranaggio collettivo.
E perchè Genova, sei anni dopo, é ancora e sempre nelle nostre strade, nelle carceri, nelle caserme di questo paese.

Più info su: www.supportolegale.org