Tutti gli articoli di Spairo

Marielle Franco, presente !!

“A derrota dos planos de Bolsonaro começa por justiça para Marielle” [Revista Movimento] – La sconfitta dei piani di Bolsonaro inizia dalla giustizia per Marielle

Marielle era consigliera al Comune di Rio de Janeiro, attivista per i diritti umani e Lgbti+, voce di denuncia contro le violenze della polizia brasiliana, in un clima che ha portato all’elezione di Bolsonaro e ad una stagione di repressione dei movimenti sociali…

ne parliamo con
– SAMARA CASTRO
Avvocata. Master in Diritto e Politiche Pubbliche (UFRJ). Membro del PSOL (Partito Socialismo e Libertà). Si occupa dell’esecuzione di Marielle Franco, con particolare riguardo alle fake-news relative al caso. Scrive su Revista Movimento
– SARAH CASTRO
Militante del PSOL (Partito Socialismo e Libertà) il partito di Marielle Franco. Si occupa di diritti umani e ambiente

ingresso libero (csoa ExSnia, via Prenestina 173)
aperitivo

1995 – 2019 CSOA EX SNIA Sabato 16 Febbraio

Per festeggiare i 24 anni di Occupazione Autogestione Antagonismo Liberazione ci siamo fatti questo regalo, insieme a tanti ospiti e partecipazioni, la presentazione del Nuovo Album di
O ZULU’ (99 Posse). Presto la Line Up completa!

BASSI PER LE MASSE [in uscita il 25 gennaio]

Duro, ironico e irriverente, ma anche dolce e spietato, si presenta così “Bassi per le masse” il secondo album da solista di Zulù, storico frontman dei 99 Posse, che uscirà il 25 gennaio. L’album, quattordici tracce, si muove su un doppio binario tematico: una critica spietata alla “società (in)civile” propinata come modello unico, e la descrizione orgogliosa di un modello differente, agli antipodi di questa barbarie, di un altro modo di essere uomini, lavoratori, cittadini, padri, mariti e compagni. Un possibile e praticabile percorso “altro” in questo mondo (im)possibile.

Uno sguardo sul presente del nostro paese sclerotizzato tra la ricerca continua di finti nemici su cui inveire in un hate speech permanente e la dimensione critica relegata allo sfogatoio dei social network, “Bassi per le masse” segna una linea di demarcazione tra la miseria umana e politica italiana e chi invece non si rassegna a questa dimensione. Tra una citazione di “Pulp Fiction” di Tarantino e una di “Johnny Stecchino” di Benigni, Zulù descrive la quotidianità fatta di incromprensibili primatismi e la violenza sui corpi e sulle menti delle persone. “Non faremo prigionieri” è questo il messaggio che Zulù consegna al suo pubblico. Il sound dell’ album è senza dubbio Reggae, il suono delle origini, arricchito e contaminato dal bagaglio musicale acquisito in 30 anni di carriera artistica di Zulù e dall’insostituibile contributo di Dj SpikE.
Zulù ha voluto chiamare intorno a sé alcuni amici, nomi simbolo della scena reggae, come Bunna, Madaski e Papa Nico degli Africa Unite, Valerio Jovine, Krikka Raggae, Fukada Tree, Shanti Power, Andy Mittoo e Fido Guido, e altri amici di nuova e vecchia data come Andrea Tartaglia, Ivan Granatino, Franco Ricciardi, Donix e Dj Uncino. Tutte le musiche sono di Stanislao SpikE Costabile. Il missaggio è stato realizzato da Madaski