28/05/11 CIEMMONA 8 + CAPONE & BUNGT BANGT

ciemmona 011 - bungt & bangt

I Capone & Bungt Bangt sbarcano “in massa” nella Capitale . Ciemmona (Critical Mass) è un evento internazionale che si tiene in più di 500 città del mondo ogni ultimo venerdì del mese, quando i ciclisti vanno spontaneamente in massa a percorrere le strade delle loro città normalmente occupate dalle automobili. La band, che appoggia a pieno il progetto, sbarca a Roma per un live al c.s.o.a. eXSnia (via Prenestina 173), sabato 28 maggio alle 22.30. Cosa aspettate, fuori la bicicletta e tutti al concerto!!!

album

Penserete che Capone abbia fondato i Capone & BungtBangt come risposta all’emergenza rifiuti della Campania. Niente di più sbagliato!
Siamo la storia conquistata da una band nata dalla nobile idea del riciclo creativo, accompagnata da un amore viscerale per la musica e la natura.
Capone & BungtBangt e questa mia passione, credo nascano dalle mani di mia nonna che costruiva per suo diletto bambole con oggetti che normalmente sarebbero finiti nella pattumiera: la retina delle patate come vestito, quella del caciocavallo come sottoveste, gli orecchini con gli anelli dei portachiavi e il velo realizzato con l’organza delle bomboniere. Molto elegante, ma soprattutto a costo zero! Considerando anche che nella mia infanzia, per costruire oggetti, ho sempre dovuto adattare attrezzi improbabili, sperimentando ogni genere di “arrangiamento creativo”.
Crescendo, ho potuto fondere tutte le mie capacità in un unico progetto (devo onorare la musica, lei mi ha suggerito questo percorso). Nel 1999 sono ripartito da zero mettendo in piedi una megaband non convenzionale, con strumenti da creare e inventare, per dar vita a suoni e musiche vergini, dal sound unico! Della band del primo esordio è rimasto solo Mr. Paradais. Qualche anno dopo sono arrivati Zelo e Maestro Zannella, dando un eccezionale impulso alla band e infine Frankie.
Noi siamo come le fate, dalle nostre mani nasce la magia, oggetti privi di valore diventano splendidi strumenti musicali di inestimabile pregio e dal sound unico!

 

Capone, lo sciamano

Ruolo: Frontman, cantante, compositore e polistrumentista

Se a 6 anni la befana non gli avesse portato la batteria, non avrebbe mai svegliato i vicini in piena notte! Capone è l’uomo animale forgiato dai principi di uguaglianza, antirazzismo e condivisione post sessantottini, naturalmente predisposto all’anarchia, alla matematica e alla fisica. Distaccato dal mondo comune e dalle sue regole, lo si può definire Sciamano della Musicalismo (il suo manifesto e linea di pensiero), le sue melodie infatti provengono dai suoni a 8 bit della realtà quotidiana. Sotto il cappello della musica è riuscito ad esprimere il contatto con la natura e i suoi strumenti e la sua band ne sono l’esempio.

capone 1

Mr Paradais, il valorista

Ruolo: Bassista, polistrumentista

Già nel ventre materno sapeva che con il baffo da maschio latino, un rullante e una grancassa avrebbe avuto ai suoi piedi file di ragazze. I ritmi e il groove degli anni ’70 lo hanno plasmato facendolo diventare uno dei migliori batteristi del panorama musicale italiano. Amico fidato di Capone ha collaborato con lui nelle performance live e nell’arrangiamento dei brani. Nel 2000 inizia ad avvertire la necessità di creare brani nella loro completezza ricercando sempre di più la parte armonica, che lo ha spinto a creare il suo primo basso rudimentale fatto di polistirolo ed elastici. Oggi continua a stupirsi quando, ascoltando il suono del suo basso, sente melodie marcatamente moderne. Per tutte le ragazze: non pensateci nemmeno, è follemente innamorato di sua figlia e della sua compagna.

paradiso 2

Zelo, il perfezionista

Ruolo: Chitarrista, polistrumentista

Rompiscatole diversamente pettinato, nato e cresciuto con una madre artista e un padre marinaio genio dell’elettrotecnica. Si affaccia alla musica che aveva ancora i capelli in testa, suonando Carmina Burana all’età di 16 anni. Chitarrista della band, ha forgiato il suo percorso grazie all’impeto e alla passione per la batteria e le sue esperienze in teatro, nei concerti Jazz, Rock e con i ritmi Raggae. Entra nella band nel 2003 modellando, come un vero e proprio liutaio, la Mazzarra (chitarra fatta con pezzi di parquet). La sua casa è diventata l’officina della band, lo spazio dove prendono vita gli strumenti e i sound bungtbangt.

diego 2

Frankie, il narciso

Ruolo: Tastierista, polistrumentista

Dandy? Si. Narciso? Molto! Frankie nasce emulando il padre musicista, cresce poeta romantico e diventa compositore eclettico, comandato da istinto e incoscienza. Il suo estro artistico è forgiato dai noumeni kantiani: vedere al di là di un mero oggetto scoprendone le sue infinite potenzialità e questo calza perfettamente con Capone & BungtBangt e le melodie create da pianole giocattolo e asse da stiro! Come ogni filosofo, cinico e passionale, attinge dalla follia l’estro per reinventare ogni singola nota.

 

frankie

Maestro Zannella, il taciturno

Ruolo: Batterista

Prodigio salito per la prima volta su un palco alla tenera età di 3 anni, Zannella parla solo in “buatterese”, altrimenti devi sudare tanto! Sedotto dai virtuosi batteristi americani, ha poi deciso che forse era meglio suonare la Buatteria (batteria fatta di bidoni e grattugie). Ha collaborando con varie band e artisti napoletani per poi dedicarsi all’insegnamento ai bambini perché loro “non hanno gli ottusi meccanismi mentali dei grandi” (Cit.). Arriva nella band nel 2005 trovando come mentore e fonte d’ispirazione Mr Paradais. Con lui ha riscoperto la semplicità e la funzionalità di suonare un groove con una batteria costruita con le sue mani, pezzo dopo pezzo. I suoi allievi oramai sanno che “se mamma strilla” hanno preso il ritmo giusto!