25/05/11 Dall’Africa all’Italia

Dall'Africa all'Italia: capire le migrazioni, costruire solidarietà

Mercoledi 25 maggio 2011

biemann.camion_douane

 Ore 19:00 Interventi di Souleymane Cisse (Agadez, Niger) , Stefano Liberti (giornalista de Il manifesto), introduce Afriche in movimento (ROR – 87.9FM).
Testimonianze sui viaggi dall'Africa dai lavoratori dell'Assemblea dei Lavoratori Africani di Rosarno e dal corso di italiano del centro sociale.

A seguire cena sub-sahariana.

Seconda puntata del percorso di autoformazione sulle trasformazioni delle migrazioni a cura dell'Osservatorio Antirazzista Pigneto Torpignattara.

I recenti flussi di persone provenienti dalle coste del Nordafrica hanno riaperto il dibattitto sulle politiche migratorie italiane e internazionali. Emergenza, incompetenza, militarizzazione, approssimazione, terrorismo mediatico sono ad oggi gli strumenti con cui le classi dirigenti continuano a gestire le migrazioni. Allo stesso tempo la determinazione dei migranti a combattere per i propri diritti – a partire dalle possibilità di muoversi liberamente – ha comportato incrinature e smottamenti nella macchina organizzativa repressiva.

In una fase così delicata è opportuno capire innanzitutto le caratteristiche dei nuovi flussi migratori e i mezzi con cui vengono governati da entrambe le sponde del mediterraneo.  Cosa sta cambiando nelle traiettorie internazionali dei movimenti migratori? Quali sono le origini economiche e politiche dei flussi più recenti? In che modo le rivolte nei paesi nordafricani hanno influito sulle mappe delle migrazioni? La guerra in Libia ha modificato l'organizzazione e la direzione dei flussi? Quali sono i soggetti politici che in Italia e in Europa governano oggi la questione migratoria e con quali strumenti? Quali sono gli spazi di intervento possibili per i movimenti sociali? Vogliamo invitare a una pubblica discussione tutti coloro che sono interessati a costruire percorsi di solidarietà, scambiandosi le informazioni necessarie e aprendo uno spazio di confronto.