24/01/09 ROSARNO: AVOID SHOTING BLACKS!

avoid_shothing_blacks

Osservatorio Antirazzista Territoriale Pigneto – Tor Pignattara

promuove

DOMENICA 24 GENNAIO 2010

ORE 18:00 incontro pubblico

AVOID SHOTING BLACKS

non sparare all'uomo nero

L'uomo nero, quello di cui ci parlavano da bambini per farci stare buoni, per farci ubbidire in silenzio, oggi lo incontriamo tutti i giorni: per le strade, nelle fabbrichette, nei campi, nelle case che nessun padrone vuole fittare.

I grandi di oggi, quelli che ci vogliono bambini ubbidienti, quelli che si riuniscono nei consignli dei ministri o in quelli d'amministrazione, ne vogliono tanti, come carboni da bruciare per far camminare la macchina a vapore di un sistema ingiusto, mentre noi, sempre più in affanno, alimentiamo il forno sudando senza posa.

E li vogliono neri, senza un volto e senza voce, a confondersi nella notte, ad affollare le nostre paure.

Ti tolgono la casa? Tutta colpa dell'uomo nero.

Ti tolgono il lavoro? Tutta colpa dell'uomo nero.

Non ci sono posti all'asilo nido? Tutta colpa dell'uomo nero.

Tutto questo ti fa rabbia? Devi sparare all'uomo nero.

Con le leggi sui flussi migratori, dalla Turco-Napolitano al Pacchetto-Sicurezza, passando per la Bossi-Fini, i governanti di ogni colore consegnano esseri umani senza diritti come carne da macello ai padroni sempre più ingordi e feroci.

Quando questi uomini e donne si ribellano, gli stessi armano la mano di bianchi sottomessi per ricacciarli nel buio della clandestinità silente.

Rosarno non è solo la sottosviluppata periferia d'Europa. Rosarno è oggi il centro del mondo. quello ch'è successo lì, oggi ci riguarda tutti.

Ne discutiamo con :

l'Osservatorio Migranti Rosarno e la Rete Migranti reggina;

l'Ex Canapificio di Caserta;

Mattia Vitiello, studioso dei fenomeni riguardanti la manodopera immigrata impiegata in agricoltura;

il connettivo terraTERRA;

Antonio Onorati, presidente del Centro Internazonale Crocevia.

Modera l'associazione DaSud

Sono invitate ad intervenire tutte le realtà del movimento antirazzista, gli agricoltori e i lavoratori immigrati.