24-25 APRILE 2011: DUE GIORNI DI LIBERAZIONE

25_APRILE_2011

24 – 25 APRILE 2011

PIAZZA PERSIANI – NUCCITELLI – PIGNETO

(VIA MARIANO DA SARNO)

QUARTIERE IN FESTA 10° edizione

DUE GIORNI DI LIBERAZIONE

Restiamo umani. Ciao Vittorio!

AUTODETERMINAZIONE CONTRO OGNI IPERIALISMO FASCISMO RAZZISMO

Quell@ del 25 Aprile


PROGRAMMA

Domenica 24 dalle 20 alle 24

– 20:00 > Tango ! "MILONGA DELLA LIBERAZIONE" con Jam session di tango a cura di zi'Peppe della ZI'MILONGA e Francisco e Yamila del CAFETIN DE ROMA

– 20:30 > CINEMA in onore di Juliano Mer Khamis  e Vittorio Arrigoni combattenti per la libertà contro l’occupazione sionista:  proiezione di ARNA's CHILDREN  (Israele, Palestina, Paesi Bassi, 2003, 84'), un film di Juliano Mer Khamis + selezione dei video di Vittorio Arrigoni da Gaza + TO SHOOT THE ELEPHANT  (Euskal Erria, 2009, 104’) un film di Alberto Arce, Mohammed Rujailah.

– 20:30 > CENA

 

 

 

Lunedì 25 dalle 12 alle 24

– 12:00 > SPAZIO RICREATIVO BAMBINI E RAGAZZI alla Tana dei Cuccioli: gioco libero + pic nic

12:30 > Arrivo previsto della STAFFETTA PARTIGIANA PORTA SAN PAOLO – PIGNETO (^)

– 13:00 > PRANZO. Tavola calda, carne alla brace, formaggi e salumi tipici, fave e pecorino.

– 15:30 > Spettacolo di circo e giocoleria di e con  Mr CAPONE + merenda

– 16:30 > Percorso storico della Liberazione: PIGNETO ’44 – RIBELLI! Con la partecipazione di storici e protagonisti. Per l’occasione verrà scoperta l’epigrafe di via Macerata ANPI PRENESTINO restaurata da Quell@ del 25 aprile. – Partenza e arrivo a Piazza Persiani – Nuccitelli. Durata 1h.30’

– 16:30 > "L'ABC: Laboratorio sull'Acqua Bene Comune" : Laboratorio interattivo e spettacolo sull'acqua, in vista del referendum per l'acqua pubblica del 12 e 13 giugno. A cura del comitato “2 Sì per l'acqua bene comune” del 6to municipio
– 18:30 > Dibattito « Rivolte e resistenze da Mirafiori a Gaza
»

– 20:00 > CENA

– 20.30 > TEATRO “LA TERZA VITA” di Vittorio Moroni. A cura del Centro Antiviolenza D.A.L.I.A.

– 21:00 > CONCERTO con LE MIMORETTE (due donne in musica) + ORCHESTRA DELLE DONNE DEL 41°PARALLELO (*) + SANDRO JOYEUX (musica dal mondo) + PIGNETO ORKESTRA
– 22.00 > PREMIAZIONE TORNEI COPPA "25 APRILE"

 

 

(*) ORCHESTRA DELLE DONNE DEL 41°PARALLELO: Un gruppo di musiciste, un'orchestra di donne con lo strumento in spalla, in viaggio attraverso la musica alla scoperta di paesi vicini e lontani, di un mondo che noi stesse abitiamo, con la nostra di musica. Il profumo di spezie, le correnti del mediterraneo, la terra; somiglianze, differenze, assonanze e dissonanze, tempi dispari. Questa è la nostra ricchezza. Orchestra: R. Barbetti – flauto, A. Valle – clarinetto soprano e voce, S. Galeano – clarinetto soprano, C. Majnero – clarinetto basso, L. Ianniello – tromba, Y. P.Lombardi – Sax Contralto, A. Garufi – Sax tenore, A. Noris – trombone, C. Romani ,E. Quattrocchi – violino, A. Bloise – viola, C. Dell'Agnola – viola e voce, L. d'Ippolito – pianoforte, C. Patrizi – contrabbasso, M. Rinaldi – percussioni, C. Sanchietti – batteria. Direttore: S. Scamozza.

 

L'evento è interamente gratuito, autofinanziato, a basso impatto ecologico, privo di barriere architettoniche, accessibile a carrozzine e passeggini.

Tutti gli organizzatori dell'evento sono volontari. Se vuoi contribuire alla realizzazione della festa o semplicemente avere informazioni scrivi a: contatti@lapigna.info


TORNEI COPPA “25 APRILE”

CALCETTO A 5 – COPPA INTERCOMUNITARIA

Sottoscrizione: 10 € per squadra (contributo alle spese organizzative). Il criterio è quello di permettere a tutte le squadre di giocare almeno 2 partite (partite minimo 30’). Obbligatorio l'uso di scarpini di calcetto o scarpe da tennis, è gradita maglietta distintiva. Le squadre possono essere miste o meno, i giocatori maggiorenni. Premi: I, II, III squadra classificata, miglior portiere, miglior marcatore.

 

TORNEO DI SCACCHI – GRAN PRIX SEMI LAMPO

Sottoscrizione: 2 € per adulti (contributo alle spese organizzative), gratuito per bambini e ragazzi fino a 18 anni. Sarà valido il vigente regolamento F.I.D.E. del gioco degli scacchi e, in particolare, le norme relative al "rapid play" (gioco rapido). Gli abbinamenti dei turni di gioco saranno effettuati mediante il sistema svizzero. Premi: I, II, III classificat@ per ogni categoria.

 

PING PONG

Sottoscrizione: 2 € per adulti (contributo alle spese organizzative), gratuito per bambini e ragazzi fino a 18 anni. Il regolamento verrà condiviso prima dell'inizio del torneo. Premi: I, II, III classificat@ per ogni categoria.

 

BILIARDINO

Sottoscrizione: 4 € per coppia di adulti (contributo alle spese organizzative), gratuito per bambini e ragazzi fino a 18 anni. Il regolamento verrà condiviso prima dell'inizio del torneo. Premi: I, II, III classificat@ per ogni categoria.

 

BRISCOLA

Sottoscrizione: 2 € per adulti (contributo alle spese organizzative), gratuito per bambini e ragazzi fino a 18 anni. Il regolamento verrà condiviso prima dell'inizio del torneo. Premi: I, II, III classificat@ per ogni categoria.


* Iscrizioni e info : fino al domenica 24 aprile alle 24:00 scrivendo a iscrizioni@exsnia.it Indirizzo e-mail protetto dal bots spam, deve abilitare Javascript per vederlo o direttamente tutti i giorni fino al venerdì 23: dalle 16:00 alle 19:30 c/o Progetto Diritti via E. Giovenale angolo via M. da Sarno – dalle 19:30 alle 23:00 c/o Libreria Caffè Lo Yeti via Perugia 4 – dalle 21:30 alle alle 02:00 c/o Fanfulla 101 via del Fanfulla 101 – dalle 10:00 alle 19:00 c/o Libreria Alegre Circonvallazione Casilina 72 – dalle 10:00 alle 19:00 c/o Libreria Eternauta Via Gentile da Mogliano, 184.

* Disponibilità richiesta: lunedì 25 aprile dalle 12:00 alle 22:00 per il calcetto, dalle 15:00 per pin pong, briscola, scacchi, biliardino. Appuntamento per tutti i partecipanti: da inizio orario ai Giardini Persiani e Nuccitelli in via Ettore Giovenale – via Mariano da Sarno.

* Il calendario viene fissato insieme per sorteggio dopo l'appello.

* Annullamento: in caso di non raggiungimento del numero di partecipanti necessario e di condizioni avverse.

* La quota viene restituita.

* I giocatori non pre-iscritti saranno ammessi ai tornei solo in caso di effettiva disponibilità di posti e di materiale di gioco.

 


 

STAFFETTA PARTIGIANA

 

La Resistenza ha corso verso la libertà sfrecciando sulle due ruote, adesso liberiamoci dalle automobili.


Le staffette partigiane, spesso intrepide e giovani donne, sono il ritratto più bello della lotta di Liberazione nel nostro Paese. La bicicletta, protagonista di gloriose imprese sportive e silenziosa compagna di viaggio di tante vite al lavoro, è stata anche il più affidabile strumento sovversivo a disposizione di chi si opponeva all'oppressione nazifascista. Mezzo insostituibile nelle mani degli uomini e delle donne della Resistenza e nemico mortale delle autorità occupanti. Un vero incubo che, negli atroci mesi della catastrofe finale, i nazifascisti hanno cercato di esorcizzare con decreti e sequestri che vietavano l'uso dei mezzi a due ruote, come è successo a Roma, senza efficacia.

 

Basti ricordare soltanto il profondo e quasi affettuoso rapporto tra la due ruote e il gappista "Visone", il comandante Giovanni Pesce. La bicicletta è il mezzo usato dal gappista romano Mario Fiorentini per andare a via della Lungara a lanciare un tubo di ferro riempito d'esplosivo contro il carcere di Regina Coeli. Gloriosa la fiammante "Ganna" che il campione e partigiano "Carletto", il varesino Renato Morandi, utilizzò nelle sue rocambolesche avventure. Ciclista dilettante era il giovane Ferdinando Persiani, attivo nel quartiere Pigneto a Roma, deportato e ucciso a Mauthausen. O ancora la storia dello scrittore Elio Vittorini che, per sfuggire alla cattura della polizia fascista, si rifugiò al Sacro Monte, presso Varese, usando la sua bicicletta.

 

Tutte storie partigiane che ci richiamano da un passato lontano ma presente: la bicicletta è una protagonista della vita della nostra città, anche nei suoi momenti più difficili e spesso dimenticati, ma ogni giorno andare in bicicletta rappresenta un momento di liberazione da un modello economico ed urbanistico insostenibile. Roma, la città europea con più auto (im)mobili, senza spazi per ciclisti, pedoni e disabili, deve oggi essere liberata dagli ingorghi cancerogeni che la caratterizzano.


Per questo, anche quest'anno, il 25 aprile saremo nelle strade per festeggiare la liberazione attraverso una corsa in bici: Staffetta partigiana Porta San Paolo – Pigneto . Velocity a tappe. Parteciperemo alla commemorazione a Porta San Paolo, appuntamento alle ore 10:00, le nostre biciclette fregiate di una bandiera rossa. Da qui inizia la nostra corsa, passando per le Fosse Ardeatine, luogo dell'eccidio, sotto il museo di via Tasso, luogo di tortura per entrare al Pigneto, passando per le tappe del percorso storico dedicato ai ribelli del '44, per arrivare infine in piazza Persiani-Nuccitelli, dove ci aspetta la *festa del quartiere Pigneto-Prenestino per la liberazione da ogni fascismo.

 

 


Quando i muri raccontano. Le mille storie di una epigrafe: via l’Aquila

 

L’epigrafe di via l’Aquila angolo via Macerata nasce come tante altre nella città e nel quartiere per volontà dei cittadini, in questo caso in particolare per iniziativa dei lavoratori dei trasporti romani e dell’ANPI Prenestino. Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Roma venne letteralmente tappezzata di iscrizioni, epigrafi, lapidi, targhe commemorative per ricordare i numerosissimi caduti nella lotta di liberazione, i deportati, coloro che vennero uccisi alle Fosse Ardeatine.

Nella zona del Pigneto e del Prenestino queste tracce sono visibili ancora oggi, grazie alla riscoperta della memoria antifascista del territorio e alla tenacia con cui i parenti, gli amici, i compagni hanno voluto continuare a ricordare i tanti cittadini vittime del nazifascismo.

I lavoratori dei trasporti ebbero un ruolo fondamentale nella resistenza romana, lavorando giorno dopo giorno per boicottare le operazioni degli occupanti nazisti e mantenendo un livello molto articolato di circolazione delle informazioni. I nomi menzionati nell’epigrafe in realtà non appartengono solo al mondo dei trasporti e le storie che si intrecciano sono diverse tra loro e ci fanno capire quanto è stata plurale e corale la resistenza romana. Da Guido Gambacurta, apprendista operaio Atag morto nella resistenza in Abruzzo e precedentemente licenziato dall’azienda perché antifascista a Aldo Banzi, Tito Bernardini, Angelo Galafati e Antonio Margioni, tutti morti nell’eccidio delle Fosse Ardeatine,; da Giovanni Ferri e Luigi Ferri, caduti durante la resistenza della divisione Acqui a Fernando Nuccitelli deportato a Mauthausen; da Branko Bitler, impresario teatrale residente al Pigneto e membro dell’esecutivo di Bandiera Rossa, fino a Guido Rattoppatore, operaio Atag ucciso a Forte Bravetta, uno dei maggiori protagonisti della resistenza romana.

Nomi, storie, racconti, che si intrecciano e che meritano di essere ricordati, insieme a tutti quelli che ancora non conosciamo e che dobbiamo rintracciare, riscoprire e restituire al territorio e alla città.

Il 25 aprile, durante il percorso storico della Liberazione che si snoda all'interno del quartiere Pigneto, l'epigrafe di via l'Aquila verrà ripresentata ai cittadini dopo il restauro, effettuato dalla dot.ssa Giulia Cervi, fortemente voluto dal territorio e completamente autofinanziato da Quell@ del 25 aprile.

INAUGURAZIONE DELL'EPIGRAFE DI VIA L'AQUILA COMPLETAMENTE RESTAURATA

LUNEDI 25 APRILE

PERCORSO STORICO DELLA LIBERAZIONE: PIGNETO '44. RIBELLI!

PARTENZA ORE 15:30

GIARDINI PERSIANI NUCCITELLI – VIA MARIANO DA SARNO